Blog

Tra il calar del sole e l’imbrunire nel magico Palazzo Reale di Persano

Posted by on 18:56 in Eventi, Notizie | 0 comments

Tra il calar del sole e l’imbrunire nel magico Palazzo Reale di Persano

La locandina prometteva una magica serata in un magico palazzo e la promessa è stata mantenuta: chi era presente difficilmente dimenticherà le ore trascorse nel cortile del Palazzo reale di Persano, dal calare del sole all’imbrunire di questo sette luglio 2019. Cioè quando Nadia Parlante ha fatto rivivere i personaggi della corte borbonica a Persano con la sua magistrale narrazione e quando, alla luce e al profumo delle “citronelle”, l’arpa e la voce di Antonietta Di Sessa e la voce di Concetta Vermiglio accompagnate dal flauto di Sebastiano Cervo, dalle chitarre di Francesco Bolinesi, Carlo Antonio Burattini e dalla tammorra di Virgilio Mari hanno condotto i fortunati spettatori in un viaggio musicale dal sedicesimo al ventesimo secolo. A coordinare i due momenti della serata la bravissima Mariella Liguori che, oltre naturalmente che la nostra associazione, ha ringraziato chi ha permesso la realizzazione dell’evento, vale a dire il comandante del presidio militare, il colonnello Fausto Troisi e il comandante della caserma in cui è ubicato il Palazzo Reale, il colonnello Stefano Capriglione sostituito egregiamente nell’occasione dal tenente colonnello Fulvio Tarantini al quale vanno un plauso e un ringraziamento particolari, estesi ai suoi collaboratori, per aver dato la massima disponibilità e fornito tutta l’assistenza possibile, pure in presenza di un numero ridotto di personale. A dire il vero il successo della manifestazione, testimoniato da una così numerosa presenza di pubblico tra il quale, per iniziativa della nostra amica e socia Marilena Tiso, una nutrita rappresentanza del CSP di Agropoli giunta in pullman e guidata dal presidente Antonio Monzo, ci ha un po’ colti di sorpresa. Proprio perché consapevoli della carenza di personale militare, volevamo infatti creare un piccolo evento che permettesse a quanti si ritengono “persanesi”, nella impossibilità di poter assistere ad una Santa Messa, di poter salutare anche con una sola preghiera o la recita del rosario, la patrona di Persano, la Madonna delle Grazie. E in effetti questo è avvenuto, anche se l’aver trovato la cappella chiusa ci ha provocato un attimo di sbigottimento e di amarezza ampiamente ricompensata dal piacere quasi fisico di spalancare personalmente le sue porte quando i militari hanno fornito le chiavi. Sappiamo quanto forte sia la devozione o anche il solo legame affettivo tra i persanesi sparsi per il mondo e la loro patrona. Sappiamo anche che ci sono persanesi che non hanno potuto essere presenti per motivi di salute: non ce ne voglia chi c’era, ma nell’organizzare questa manifestazione abbiamo pensato soprattutto agli assenti… Dicevamo che il successo è stato tale da essere stati “costretti” a promettere la ripetizione della manifestazione in un’altra data per dare la possibilità di partecipare a chi non ha potuto farlo, o è stato scoraggiato da noi stessi quando ci siamo accorti che un numero troppo alto di spettatori avrebbe creato non poche difficoltà. Non è difficile prevedere che anche un secondo appuntamento vedrà una partecipazione numerosa perché molti vorranno tornare per rivivere quella magica atmosfera che solo Persano sa dare e che la stupenda voce di Concetta Vermiglio, l’arpa di Antonietta Di Sessa e il flauto, oseremmo dire mozartianamente magico, di Sebastiano Cervo hanno esaltato. Non citiamo negli elogi, che pure meritano, gli altri musicisti unicamente per non essere accusati di imparzialità nel giudizio dal momento che a vario titolo sono legati a noi. Ma che siano stati bravi lo dimostra il particolare che, per essere più fedeli alla musica proposta, hanno suonato in acustico, non ricorrendo alla amplificazione. E’ rischioso perché non c’è il supporto dell’elettronica a sopperire ad eventuali difetti e perché basta il normale brusio di un pubblico numeroso a disturbare anche una esecuzione perfetta. Ma noi eravamo certi che gli spettatori, rapiti dalla musica, avrebbero seguito in silenzio. Sapevamo che la magia del Palazzo Reale di Persano riesce a trasformare un pubblico numeroso in un grande pubblico.

ATTENZIONE!

Posted by on 22:16 in Eventi, Notizie | 0 comments

ATTENZIONE!


Considerato l’elevato numero di richieste di partecipare alla visita guidata al Palazzo Reale di Persano il prossimo 7 luglio , comunichiamo che è prevista una seconda visita guidata in data da definire.

Meraviglioso Caravaggio nella meravigliosa giornata di una meravigliosa Associazione…

Posted by on 13:04 in Eventi, Notizie | 0 comments

Meraviglioso Caravaggio nella meravigliosa giornata di una meravigliosa Associazione…

Non sappiamo come abbia fatto, ma Maria Rosaria Cusati, responsabile e organizzatrice delle gite di Persano nel Cuore, ha fatto trovare a Napoli anche un venticello abbastanza sostenuto che ha reso sopportabile una giornata che si temeva caldissima. Al resto ci ha pensato la bravissima Giulia Nappi, la guida che abbiamo conosciuto a Nola, che abbiamo voluto ci accompagnasse anche a Napoli e che speriamo di rivedere a Persano come ospite il prossimo 7 luglio. L’emozione di trovarsi di fronte ai capolavori pittorici di un genio, in una città capitale di un popolo che ha la genialità tra le sue caratteristiche peculiari, è stata forte. Come grande è stato il piacere di camminare lungo strade e monumenti del centro storico che sono stati immortalati in opere letterarie e cinematografiche. L’unico dato un po’ stonato, cioè non tipico della tradizione partenopea, è stata la precisione svizzera con la quale Maria Rosaria ha programmato e rispettato l’orario dei vari appuntamenti. Ma è una colpa che le perdoniamo volentieri.

Il 29 giugno Persano nel Cuore alla mostra su Caravaggio a Napoli!

Posted by on 22:51 in Eventi | 0 comments

Il 29 giugno Persano nel Cuore alla mostra su Caravaggio  a Napoli!

“Persano nel Cuore” non poteva far mancare ai propri soci la possibilità di ammirare i capolavori di Caravaggio esposti in una eccezionale mostra nel Museo di Capodimonte a Napoli. Data l’affluenza dei visitatori e l’eccezionalità dell’evento e poiché bisogna pagare il biglietto d’ingresso al momento stesso della prenotazione, diversamente dal passato, occorre versare in anticipo la somma richiesta. Non ce ne sarebbe bisogno, ma teniamo a ribadire che la nostra è una associazione culturale senza fini di lucro che si limita solo a raccogliere le somme dei partecipanti e che le guide che ci accompagnano sono sempre guide turistiche ufficiali regolarmente riconosciute dalla regione Campania (o di altre regioni quando abbiamo “sconfinato” nel Lazio o in Basilicata). Poiché il tempo concesso ai visitatori per ammirare le opere di Caravaggio è di trenta minuti per ogni gruppo di venticinque persone, la nostra insuperabile Maria Rosaria Cusati ha suggerito un interessantissimo programma che qui di seguito riportiamo.

Programma

ORE: 09,00 Appuntamento a Napoli  e visita alla chiesa di San Gregorio Armeno, meglio conosciuta come Chiesa di Santa Patrizia Patrona di Napoli


ORE 10,30: Visita a Pio Monte di Misericordia per ammirare la maestosa opera di Caravaggio sulle sette opere di Misericordia

ORE 12,00: Trasferimento in pullman al museo di Capodimonte


ORE 12,30: Pausa pranzo a sacco nel parco di Capodimonte


ORE 14,00: Visita alla collezione  Farnese e agli appartamenti Reali del museo

ORE 16,30: Primo turno di ingresso alla mostra di Caravaggio  (max 25 persone )


ORE 17,00: Secondo turno per l’ingresso alla mostra


La somma da versare è di € 40 e comprende: 1) Il costo della prenotazione 2) Il costo dei biglietti per l’ingresso ai musei 3) Il noleggio (obbligatorio) dei radio auricolari 4) Il costo della guida 5) Il costo del pullman.

Per prenotarsi, inviare la somma di 40 euro per ogni partecipante, specificando i nomi, con un bonifico a Ass.ne Persano nel Cuore deutsche bank Battipaglia Codice Iban
IT84 D031 0476 0900 0000 0824635

In alternativa si può consegnare la somma direttamente a Maria Rosaria Cusati

Chi è interessato è pregato di prenotarsi quanto prima perché i posti disponibili sono limitati ed inoltre è necessario “bloccare” l’orario e la data della visita.

Questi gli orari di partenza ai punti di ritrovo:

ORE 06,40 Albanella

0RE 06,50 Cerrelli – Olivella

ORE 07,05 Eboli uscita autostradale

ORE 07,15 Battipaglia uscita autostradale

0re 07,35 Salerno uscita tangenziale Pastena

Una magica serata in un magico Palazzo

Posted by on 20:06 in Eventi, Notizie | 0 comments

Una magica serata in un magico Palazzo


ATTENZIONE, COME COMUNICATO, ERA POSSIBILE INVIARE LA RICHIESTA DI PARTECIPARE ALLA VISITA ENTRO IL 4 LUGLIO, PERTANTO NON E’ PIU’ POSSIBILE ACCETTARE RICHIESTE DI PARTECIPAZIONE

Domenica 7 luglio la nostra associazione vuole ricordare la Madonna delle Grazie, Patrona di Persano, con una serata davvero eccezionale. Nadia Parlante, storico dell’arte e autrice di un monumentale volume su Persano e i Borbone e quindi profonda conoscitrice della storia e i segreti del Palazzo reale, ci accompagnerà nei corridoi e nelle sale aperte, nel cortile e nella cappella, per farci rivivere le atmosfere della corte settecentesca, oltre che illustrarci le bellezze artistiche del monumento. Nella magica atmosfera del cortile del palazzo potremo poi ascoltare la magia del suono dell’arpa e della tammorra che ci accompagneranno lungo un percorso musicale che parte dalle villanelle del sedicesimo secolo, per arrivare alle tarantelle del novecento. Una serata, dunque, davvero particolare organizzata anche per rendere fruibile a più persone un patrimonio storico-architettonico come il Palazzo Reale di Persano che la nostra associazione è impegnata tangibilmente a salvaguardare anche grazie alla disponibilità, diremmo intelligente e illuminata, delle autorità militari con le quali, attraverso le persone del comandante della caserma, colonnello Stefano Capriglione, e del comprensorio, colonnello Fausto Troisi, abbiamo stretto un rapporto di fruttuosa collaborazione. Come oramai sanno bene quanti hanno già partecipato agli eventi che abbiamo organizzato, per poter accedere al Palazzo reale occorre comunicare i nominativi dei partecipanti ed eventualmente il numero di targa dell’auto entro giovedì 4 luglio. Oltre che con un messaggio privato sul profilo facebook di Persano nel Cuore (
https://www.facebook.com/persano.nelcuore ) si possono contattare anche i numeri di telefono o inviare una comunicazione e mail a:
Antonino Gallotta
tel. cell. 3894713227  email: gallottaantonio@libero.it
Fausto Bolinesi
tel. cell. 3358023849 email: fausto.bolinesi@gmail.com
Donata Iorio
tel. cell. 3282827088  email: iorio.donata@libero.it
Maria Rosaria Cusati
tel. cell. 3343037435 email: mrcusati@alive.it

Alessandra Gallotta
tel. cell. 3386019399 e mail:  alesgal2001@alice.it


Posted by on 18:51 in Notizie | 0 comments

I cavalli della Razza Governativa Persano a Carditello. In attesa di rivederli a Persano…

Posted by on 23:50 in Notizie | 0 comments

I cavalli della Razza Governativa Persano a Carditello. In attesa di rivederli a Persano…

Si chiama Ilaria Carpentiero. E’ la giovane, bella, preparata guida della Cooperativa “Il Cardo” che ci ha accompagnato nella visita alla Palazzina centrale del Real Sito di Carditello domenica 19 maggio in occasione della manifestazione “Villaggio Reale: gastronomia ed eccellenze del territorio”, nel cui ambito sono stati presentati i cavalli della Razza Governativa di Persano che Alduino Ventimiglia ha cosi faticosamente, testardamente, ma alla fine, felicemente salvato. L’incontro con Ilaria è stata la nota più positiva di una giornata già positiva che ha premiato quanti non si sono lasciati spaventare dalle preannunciate avverse condizioni meteorologiche e sono comunque confluiti al sito reale: le nuvole e la pioggia, come documentano le foto che pubblichiamo, hanno lasciato il posto al sole e a un limpido cielo azzurro proprio quando erano previste le manifestazioni all’esterno. In particolare quando nel suggestivo parco sono stati presentati i puledri e le fattrici della razza governativa. Ed è stato questo, lo confessiamo, il motivo principale che ci ha portato a Carditello: rivedere alcuni dei puledri che praticamente abbiamo visto nascere nove anni fa a un chilometro in linea d’aria da Persano. Noi pensiamo che una mandria di cavalli che pascola in un prato sia tra gli spettacoli più rilassanti: proprio quello che abbiamo visto nel parco del sito reale e che ci ha fatto ricordare i cavalli a Persano dove speriamo di poterli rivedere. Del cavallo Persano, della sua storia e della storia di Persano si è molto interessata Ilaria con la quale abbiamo parlato alla fine della visita, da lei così bene guidata. Ci ha colpito il suo sincero entusiasmo e la sua curiosità che lasciavano trasparire il suo amore per la nostra terra. Ci ha fatto un enorme piacere ed è stata per noi una iniezione di ottimismo constatare che ci sono giovani animati da una grande volontà di impegnarsi nella promozione turistica e quindi culturale del territorio in cui vivono e che sperano di non dover lasciare per cercare lavoro altrove. Ben venga dunque la collaborazione tra “Persano nel Cuore”, la nostra associazione, e i giovani della Cooperativa “Il Cardo”che si occupano delle visite didattiche al sito reale di Carditello. Per questo abbiamo considerato la nota più positiva della giornata l’incontro con Ilaria con la quale abbiamo prefigurato scambi di visite al sito di Carditello e al palazzo reale di Persano.

I Signori Santostefano della Cerda a Mena Nova

Posted by on 21:07 in Accadde a Persano..., Eventi, Notizie | 0 comments

I Signori Santostefano della Cerda a Mena Nova

di Antonino Gallotta

Da sinistra: Vincenzo Cerrone, Giacomo Barberis, Emilio Zito responsabile della incolumità della contessa Maria Felice della Cerda di Santo Stefano, moglie del generale Tommaso Lequio di Assaba

Veniva spesso a Mena Nova di Persano (centro di doma e addestramento puledri di 3 anni) un giovin signore gentile e curioso, di nome Fulco, insieme alla sorella Maria Felice di Santostefano, contessa della Cerda, moglie del Generale di cavalleria Tommaso Lequio, conte di Assaba. Fulco si muoveva di continuo, in massima libertà, mentre la sorella seguiva le attività di mia madre che consistevano nell’infornare il pane nel forno a legna, attiguo alla casa, oppure a raccogliere le uova nel pollaio. Quando si stancava si dedicava ad innaffiare l’orto, facendo scorta di fichi, sia del tipo bianco che scuro. Nel continuo correre Fulco apriva e chiudeva i box dei cavalli, osservando soprattutto la ferratura. Una volta gli ho mostrato i ferri dismessi che raccoglievo quando il maniscalco veniva a cambiarli, in genere ogni quaranta giorni, e ne scelse cinque, fra i quali uno appartenente a Giulivo, nato nel 1938, sauro anglo arabo in attività come stallone esploratore, a cui io tenevo molto. Poi si dilettava a pitturare i ferri dei cavalli e li metteva in mostra, a beneficio dei lavoranti in servizio a Mena Nova. Quando gli capitava tra le mani un filo di ferro, spesso il filo che avvolgeva le balle di fieno e di paglia, in breve tempo creava una testa di cavallo oppure un bovino maremmano dalle lunghe corna. Passava velocemente da un settore all’altro, forte della sua genialità, già collaudata dalla nascita in terra di Sicilia, ove a Palermo possedeva la famosa villa di Niscemi. Maria Felice in particolare raccontava della casa di famiglia, la vita che conduceva, specie quando erano in compagnia dei cugini Tomasi di Lampedusa. Dopo tanti anni venne a sapere che Fulco aveva dato sfogo alla sua inventiva diventando maestro gioielliere, conteso dai grandi del comparto orafo e cinematografico. Creatore di gioielli ha esposto a Parigi, Londra e New York. Ha collaborato con grandi registi, fornendo le sue conoscenze nella stesura del film “Il Gattopardo”. Mi piace pensare che il suo genio in gioventù abbia trovato l’humus giusto per svilupparsi, sostenuto da abbondanti bevute di “acqua del pozzillo”.

Antonino Gallotta

Una giornata speciale di un gruppo speciale

Posted by on 23:17 in Notizie | 0 comments

Una giornata speciale di un gruppo speciale

Quando alla fine della visita parte un applauso spontaneo rivolto alla guida da parte di tutti i partecipanti, vuol dire che la guida è speciale. E quando la guida stessa, la bella e simpatica Giulia Nappi, si meraviglia per la scelta della nostra meta, le basiliche paleocristiane di Cimitile e il Museo di Nola, che, per quanto interessantissima, è (ancora) conosciuta soprattutto dagli studiosi, vuol dire che chi ha scelto la meta, la nostra Maria Rosaria Cusati, è una organizzatrice speciale. E quando alla fine del pranzo il titolare dell’ottimo ristorante Pizza&Fritti ci tiene a sottolineare che non ha mai visto un gruppo così bene amalgamato e così educato, vuol dire che il gruppo è speciale. E se il gruppo è speciale, non può essere che “Persano nel Cuore”. Ancora una volta una bellissima giornata scandita da orari programmati e rispettati alla perfezione. Il merito è di tutti i partecipanti, delle belle persone che compongono la “famiglia persanese” e che rendono luminosa, quindi primaverile, anche una giornata meteorologicamente autunnale: grigia e piovigginosa. Non sono state certo le previsioni meteo non buone, infatti, a scoraggiare i gitanti anche perché in analoghe precedenti occasioni alla fine è sempre spuntato il sole. E a proposito di sole e quindi di luce, Maria Rosaria è già al lavoro per mettere a punto una visita guidata a Napoli per il prossimo 29 giugno dove ci attende la magica luce dei capolavori pittorici di Caravaggio!