Lezione d’arte alla Casina Reale di Persano (cronaca di un… invito a Corte)

Il titolo ce lo ha involontariamente suggerito Nadia Parlante quando, nel ringraziarla per aver accettato l’invito di farci da guida in una visita alla Casina Reale di Persano nonostante i postumi di una sindrome influenzale, ci ha risposto che “non si poteva rifiutare un invito a Corte”. Ed in effetti nella Corte settecentesca e del primo ottocento di Persano ci ha letteralmente fatti calare, in questo otto dicembre duemilaundici, quando ha descritto, al termine della funzione religiosa, come si svolgeva la vita in questa riserva di caccia che diventava la vera e propria capitale del regno nei periodi in cui il re si trasferiva qui con tutta la corte. E’ stata una vera e propria lezione di storia, con il rigore scientifico che ad essa si chiede, ma con la leggerezza di un racconto ricco di aneddoti che lo hanno reso interessante e divertente al tempo stesso. Naturalmente per i presenti che sono nati o vissuti per anni a Persano, l’evento si è caricato di una emozione particolare per essersi ritrovati in quel luogo che una splendida giornata di sole ha reso ancora più bello. L’ottimo pranzo in un ristorante nei pressi del Santuario della Madonna del Granato è stato il piacevole epilogo di una giornata positiva sotto tutti gli aspetti, non ultimo l’occasione per nuove conoscenze che poi diventano amicizie e per le nuove iscrizioni alla nostra Associazione il cui cuore, quindi, batte sempre più forte. Un doveroso ringraziamento, infine, lo dobbiamo a Don Angelo Tabasco, Cappellano militare a Persano, la cui disponibilità ha permesso ai fedeli di assistere alla S. Messa della Immacolata in un luogo tanto ricco di fascino e di storia.

Fine

Author: Fausto Bolinesi

Share This Post On