Cavallo persano: il ritorno a Persano passa per Carditello

DSC06130 lo g (1024x682)

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Persano nel Cuore” non poteva mancare alla manifestazione “Cavalli & Cavalieri” che si è tenuta al Sito reale di Carditello a distanza di un anno dalla sua apertura ufficiale, in un estivo 21 ottobre 2017. E infatti c’era “Persano nel Cuore”, a inorgoglirsi per le evoluzioni equestri dei Lancieri di Montebello e del Gruppo Squadroni di Pastrengo del Quarto Reggimento carabinieri a cavallo, portabandiera di istituzioni e tradizioni che mezzo mondo ci invidia. C’era “Persano nel Cuore”, a gioire per la soddisfazione di constatare che si sta realizzando quanto è scritto nel proprio statuto: “L’associazione ha lo scopo di promuovere e diffondere, in Italia e all’Estero, la razza del cavallo persano”. C’era “Persano nel cuore”, a rallegrarsi in una giornata in cui le Istituzioni sembrano, finalmente!, accorgersi di monumenti meravigliosi, fino a oggi, più che dimenticati, violentati dall’incuria e dall’abbandono. C’era “Persano nel Cuore” a celebrare la bellezza e l’armonia del binomio uomo cavallo valorizzate dalla monta reggimentale italiana dei lancieri e dei carabinieri nelle loro eleganti uniformi. C’era la “Persano nel Cuore” scientifica, nella persona, tra le prime file del pubblico presente alla tavola rotonda “Prospettive di sviluppo” in una sala del Sito reale, del professore Donato Matassino, nostro socio, autorità mondiale nel campo della genetica, già titolare, tra gli altri titoli, della Cattedra di Miglioramento genetico degli animali in produzione zootecnica dell’Università degli Studi di Napoli. C’era “Persano nel Cuore”, a emozionarsi nel riconoscere tra i “grigi”, tipici della razza persano montati dai lancieri di Montebello, un esemplare che abbiamo praticamente visto nascere nei pressi di Persano. C’era la soddisfazione di “Persano nel cuore, che supporta la meritoria opera di recupero della storica razza portata avanti da Alduino Ventimiglia, nel rilevare che si sta realizzando quello che sembrava solo il sogno di un visionario: riportare il cavallo persano a Persano!

Riportiamo il breve commento che ci ha inviato Antonino Gallotta, presidente di “Persano nel Cuore”, nonché profondo conoscitore del cavallo e in particolare del “cavallo persano” del quale rappresenta la memoria storica vivente oltre che possederne un vasto archivio fotografico.

Le diverse andature applicate dai giovani lancieri di Montebello , montati sui promettenti cavalli provenienti  dall’antica  razza  di  Persano e di proprietà di Don Alduino di Ventimiglia, hanno aperto lo scrigno dei ricordi ,  ormai  patrimonio  inalienabile    della maggioranza dei Soci dell’Associazione Onlus ” Persano nel cuore ” .  Essi sono nati qui, nelle antiche terre votate all’allevamento del cavallo , dispiegando nelle pieghe morfologiche il gap ereditario dalle origini ancestrali, che si perpetua nell’avvento delle generazioni, standardizzando i profili genetici  ricavati  dagli  antichi riproduttori operanti a Persano. Abbiamo ammirato questa linea di soggetti a mantello grigio variegato , la più numerosa e testarda a  rinnovarsi  nel  gioco delle generazioni, patrimonio culturale e zootecnico  di grande valore, salvaguardato e impreziosito nel tempo dal  lavoro dei butteri di Persano , nostri antenati , e consegnato alla storia, affinchè non abbia mai fine .

A breve altre immagini

 

Autore: Fausto Bolinesi

Share This Post On